www.resistenze.org - osservatorio - europa - politica e societÓ - 28-03-11 - n. 357

da www.saharalibre.es
Traduzione dallo spagnolo per www.resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare
 
L’Unione Europea finanzia l’occupazione del Sahara?
 
28/03/2011
 
Nel 1995 Felipe González e Jacques Chirac, con altri, lanciarono il cosiddetto “Processo di Barcellona”. Che cosa volevano ottenere? In breve, che ci fosse un “progresso politico” nei paesi del sud del Mediterraneo, in cambio avrebbero dato aiuti finanziari.
 
Il majzen marocchino [Stato marocchino o la sua oligarchia] ne ha ricevuto una quantità astronomica... ma i “progressi” politici” non sono avvenuti, tanto che proprio Mohamed VI ha dovuto riconoscerlo, “annunciando” la necessità di “riforme”. Un’altra volta. Quanto denaro ha dato l’UE a Mohamed VI? Come è stato impiegato?
 
Il “Processo di Barcellona”: obiettivi e mezzi
 
Il processo di Barcellona aveva come obiettivi:
 
- Agire secondo la Carta delle Nazioni Unite e della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani
- Sviluppare lo stato di diritto e la democrazia
- Rispettare i diritti umani e le libertà fondamentali e garantirne l’esercizio legittimo 
- Rispettare la sovranità dei popoli e tutti i diritti ad essa inerenti  
- Rispettare l’uguaglianza dei diritti dei popoli e il loro diritto all’autodeterminazione
- Cooperare nella prevenzione e lotta contro il terrorismo, combattere l’estensione e la diversificazione del crimine organizzato e il problema delle droghe in tutti i suoi aspetti 
- Promuovere la sicurezza regionale, a beneficio della non proliferazione delle armi nucleari, chimiche e biologiche
- Promuovere una zona in Medio Oriente libera da armi di distruzione di massa, nucleari, chimiche e biologiche, così come da qualunque dei loro sistema di lancio
 
Per “convincere” i paesi del Sud (o meglio, i loro governi) ad aderire a questi “obiettivi”, è stato generosamente offerto loro denaro. In ambito economico gli sforzi di cooperazione dell’Unione Europea hanno implicato il pagamento di quasi 9 miliardi di euro per i programmi di cooperazione MEDA
 
Quanto denaro ha ricevuto il governo marocchino?
 
La domanda chiave è, quanto denaro ha ricevuto il governo marocchino nell’ambito del “Processo di Barcellona?” La risposta ce la dà l’ambasciatore dell’UE in Marocco, Eneko Landáburu, che è amico, troppo amico del majzén. In una dichiarazione raccolta dall’agenzia ufficiale di stampa, Landaburu disse che in relazione all’aiuto concesso al Marocco, si ricordava che dall’inizio del processo di Barcellona, 2,5 miliardi di euro erano stati stanziati per il Marocco, di cui quasi 1,7 miliardi già erogati.
 
Lo ripetiamo. L’UE, dal 1995 ad oggi e solo per quel che riguarda il Processo di Barcellona, ha regalato al governo marocchino 1,7 miliardi di euro. A questi bisogna aggiungere quelli che l’UE ha pagato al Marocco con altre giustificazioni, come per esempio gli accordi sulla pesca illegale che includevano le acque del Sahara Occidentale occupato dal Marocco: 500 milioni di euro dal 1995 a 1999 e 144 milioni dal 2007 al 2011. Non si menzionano qui i milioni che il governo spagnolo, a margine dell’UE, dà al Marocco coi i pretesti più strani.
 
Dove sono finiti tutti questi milioni di euro?
 
Dato che il popolo marocchino continua a vivere in condizioni che si possono definire precarie, come dimostra il fatto che non cessa la sua emigrazione verso l’Europa, la domanda è: ma dove sono finiti tutti quei milioni? Il mantenimento dell’esercito di occupazione e del muro di separazione nel Sahara Occidentale è costosissimo: si è utilizzato il denaro dell’UE per finanziare l’occupazione?
 
La fortuna di Mohamed VI non ha smesso di crescere: è stato indirizzato denaro a favore di Mohamed VI?
 
Dato che il Marocco è “de facto” un protettorato  della Francia e dato che questo paese si è visto travolto dagli scandali delle “retro-commissioni” [tangenti pagate all’estero che rientrano in Francia per finanziare i politici], si è “retro-consegnato” parte di questo denaro a dirigenti o partiti europei?
 
Sono molti, molti i milioni di cui stiamo parlando.
 
Credo che i cittadini dell’Unione Europea meritino spiegazioni molto dettagliate sull’uso che è stato fatto del loro denaro.
 
  
Fonte: Carlos Ruiz Miguel - http://blogs.periodistadigital.com/desdeelatlantico.php/2011/03/27/ifinancia-la-ue-la-ocupacion-del-sahara-
 
 

Resistenze.org     
Sostieni una voce comunista. Sostieni Resistenze.org.
Fai una donazione o iscriviti al Centro di Cultura e Documentazione Popolare.

Support a communist voice. Support Resistenze.org.
Make a donation or join Centro di Cultura e Documentazione Popolare.