www.resistenze.org - proletari resistenti - movimento operaio internazionale - 19-04-22 - n. 826

La FSM condanna la crescente violenza e gli omicidi contro i palestinesi da parte delle forze israeliane

Federazione Sindacale Mondiale (FSM-WFTU) | wftucentral.org
Traduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

14/04/2022

La Federazione Sindacale Mondiale condanna la violenza delle forze di occupazione israeliane nei territori palestinesi della Cisgiordania che si sta intensificando, con incursioni quotidiane dell'esercito israeliano in città come Jenin e Nablus, con omicidi di donne e adolescenti e punizioni collettive di civili.

L'avvocato Mohammad Hassan Mohammad Assaf, 34 anni, è stato ucciso dai soldati israeliani durante le manifestazioni contro l'occupazione ieri a Nablus. Inoltre, l'esercito israeliano si è scontrato con giovani manifestanti a Betlemme e Jenin. Più tardi, ieri sera, i soldati israeliani hanno ucciso un ragazzo palestinese di 14 anni, Kousai Fuad Hamamra, nel villaggio di Hushan, vicino a Betlemme, dove domenica è stata uccisa una madre disarmata di 46 anni con sei figli, perché considerata "sospetta". Secondo la Mezzaluna Rossa palestinese, all'inizio di mercoledì, solo a Nablus, almeno 31 palestinesi sono stati feriti e più di 20 arrestati.

I 105 milioni di membri della nostra grande famiglia sindacale di classe sono al fianco dei lavoratori palestinesi e condannano con forza i continui crimini dello Stato di Israele contro di loro.
Esigiamo la fine dei crimini e dell'occupazione israeliana, la fine degli insediamenti israeliani e il riconoscimento dello Stato palestinese libero e indipendente sulla base dei confini del 1967 con Gerusalemme Est come capitale.


Dichiarazione della FSM sulla giornata dei prigionieri palestinesi 

Federazione Sindacale Mondiale (FSM-WFTU) | wftucentral.org
Traduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

17/04/2022

In occasione del 17 aprile 2022, giornata di solidarietà con i prigionieri palestinesi nelle carceri israeliane, la Federazione Sindacale Mondiale ribadisce la sua richiesta di rilascio immediato di tutti i prigionieri politici palestinesi dalle carceri israeliane, in un periodo in cui si intensificano le violenze e gli arresti contro i palestinesi.

I diritti di 4.500 prigionieri palestinesi sono violati, l'esercito di occupazione israeliano continua ad arrestare bambini e adolescenti palestinesi e ad imprigionarli in condizioni barbare. Chiediamo in particolare la liberazione immediata di circa 160 bambini prigionieri, così come di donne, malati e disabili prigionieri.

Il movimento sindacale militante mondiale, la FSM e i suoi 105 milioni di membri, proseguiranno nel dare il proprio sostegno e la propria solidarietà internazionalista ai nostri fratelli e sorelle palestinesi e ai prigionieri palestinesi, con campagne internazionali per la loro liberazione e con varie azioni militanti sostenute dai sindacati e dai lavoratori di tutto il mondo.

Esortiamo le Organizzazioni Internazionali ad intervenire immediatamente e a svolgere il loro ruolo per la liberazione dei prigionieri politici palestinesi.

Il Segretariato


Resistenze.org     
Sostieni Resistenze.org.
Fai una donazione al Centro di Cultura e Documentazione Popolare.

Support Resistenze.org.
Make a donation to Centro di Cultura e Documentazione Popolare.